Eventi


Troverai in questa pagina tutti gli articoli del blog HomeTown della sezione Eventi

Eventi

Un artista da scoprire: José de Almada Negreiros

3 anni fa - Julie D.

"Essere moderni è come essere eleganti: non è solo il modo in cui ci si veste, ma il modo in cui si è. Essere moderni non si limita ad usare la calligrafia moderna: è necessario essere lo scopritore di alcune novità". José de Almada Negreiros, conferenza O Desenho [Le Dessin], Madrid, 1927 All'inizio del XX secolo, la vecchia Europa si muoveva grazie alla sete di una generazione rivoluzionaria, che ambiva nel portare delle novità. In Portogallo, il primo terremoto avvenne nel 1910 – non si trattava di un terremoto vero e proprio, come quello del 1755, ma piuttosto di una scossa politica. Il 5 ottobre 1910, il partito Repubblicano rovesciò la monarchia costituzionale: il giorno prima, il 4 ottobre, ricevettero la maggioranza dei seggi a Lisbona, ed il risultato delle elezioni venne accompagnato da una rivolta popolare. Il 5 Ottobre, 1910, venne stata proclamata la Repubblica. Questi eventi hanno aperto un periodo di cambiamenti radicali, veloci e surriscaldati da un clima particolare: il Portogallo ha avuto 45 governi, 8 presidenti della Repubblica, 7 legislature e 5 dissoluzioni del Parlamento tra il 1910 e il 1925! Futurismo, l’impulso per un nuovo inizio Nato nel 1893, José de Almada Negreiros aveva 17 anni nel 1910: in questa atmosfera trascorse la sua giovinezza. Lui fù una figura di riferimento per il modernismo Europeo, avendo sempre sostenuto il futurismo, nonostante fosse poco conosciuto al di fuori del Portogallo. Autodidatta, espose per la prima volta i suoi disegni e le sue caricature nel 1913. Faceva parte della più giovane generazione di visionari moderni che, in tutta Europa, alla vigilia della Prima Guerra Mondiale, voleva rompere gli schemi della debole società Europea di quel tempo. Le innovazioni tecnologiche aumentavano, ma, la morale e la società, stavano richiedendo molto tempo per mettersi alla pari. In risposta a queste inerzie, i modernisti rimasero affascinati dal mondo dal progresso, dalla velocità e dalle nuove tecnologie. Per la gioventù idealista, di cui Almada Negreiros era membro, tutto sembrava possibile. Con l'energia emblematica dell'effervescenza Europea di quel tempo, ogni cosa sembrava essere a portata di mano. L'elenco dei talenti di questo personaggio, dà ancora oggi le vertigini: era un illustratore, pittore, scrittore e poeta, scenografo e coreografo, ceramista e incisore, fondatore e redattore di riviste, ma aveva anche alcuni hobby che faceva nel tempo libero, come ballare e recitare. Irriverenza come biglietto da visita Simile al Dada, un altro movimento legato al futurismo, Almada Negreiros non esitava ad usare l'umorismo come arma retorica. Questo venne testimoniato dal suo Manifesto Anti-Dantas, pubblicato nel 1915. Júlio Dantas, scrittore prolifico per lo più noto come drammaturgo, ma anche chirurgo e saggista, aveva la cattiva fama di criticare la rivista modernista Orpheu. Almada Negreiros lo attaccò, accompagnato da tutto l’accademismo che lo detestava, raccogliendo i suoi pensieri in un manifesto che recitò in piedi su un tavolo nel caffè di Martinho do Rossio. La prima linea del manifesto recitava: «BASTA POUM BASTA! Una generazione che accetta di essere rappresentata da Dantas, è una generazione che non si può definire tale! È una riunione di poveri, indegni e ciechi! Una manica di ciarlatani e di venduti, che vale meno di zero! Dantas è nato per dimostrare che non perché si può scrivere, si sa scrivere! Dantas conosce la grammatica, conosce la sintassi, conosce la medicina, sa preparare la cena per i cardinali, sa tutto tranne che scrivere, ma è l'unica cosa che fa!" Lo stesso tono provocatorio, difficile da distinguere tra beffa e arroganza, si trova nel suo "Ultimatum futuristico": "Io non sono parte di una generazione rivoluzionaria, sono una generazione costruttiva, sono ventitré, ventitre anni di salute e intelligenza, sono il risultato cosciente della mia esperienza personale, e in quanto Portoghese credo di avere il diritto di chiedere un paese che mi meriti". Quindi, una persona da mal di testa o genio visionario e provocatorio? Queste divertenti particolarità, lo aiuteranno nel tempo, come quando, sotto al regime Salazar, sopravvisse grazie agli ordini del governo. Ma quest'ultimo non trovò sempre l'umorismo dell'artista di suo gusto: di fatto, quasi distrusse gli affreschi di azulejos per il terminal marittimo di Rocha do Conde d'Óbidos.. Venne risparmiato grazie all'intervento Di João Couto, direttore del Museo d'Arte Antica. Più veloce! Più veloce! Almada Negreiros non riportò il secolo come artista introspettivo: si gettò a testa bassa nel mondo della modernità, cercando a tutti i costi di accelerare la marcia e portare il Portogallo al suo splendore antico, in quanto, il processo, gli sembrava incredibilmente lento. I suoi occhi non erano i suoi occhi, diceva, ma gli occhi del secolo, in sintonia con il ritmo sconcertato del ventesimo secolo, ancora all'avanguardia, ricco di promesse e sorprese in arrivo. Per Almada Negreiros, la missione dell'artista era produrre la modernità, per farla accadere. Il mezzo di questa trasformazione era lo spettacolo, concepito come un lavoro artistico, che satura i sensi, in particolare la vista e che richiama il pubblico. Non è una questione strettamente riguardante la politica: l'ambizione di Almada Negreiros era piuttosto quella di portare la modernità al pubblico. Essere lì, provocare una reazione: l'artista pubblicava saggi, manifesti e lettere aperte, soprattutto durante i primi anni del regime di Salazar. La febbre dei progetti collaborativi Almada Negreiros non era mai dove si pensava ed aveva l’anima del tuttofare. Se non era possibile creare uno spettacolo, immediatamente, senza fermarsi, creava una lanterna magica: faceva da modello, creava uno spettacolo di miniatura, con fare lucido e mutevole, vivendo la propria visione in mancanza di mezzi, in attesa della continuazione e sviluppo di un'idea. L'adattamento come un camaleonte, gli permetteva di moltiplicare esperimenti e collaborazioni: era nel suo modo di fare lo scambiarsi e collaborare con altri artisti, in un'atmosfera di emulazione reciproca. Almada Negreiros ha avuto successo in moltissimi altri progetti. Per esempio, la rivista Orpheu fondata con Fernando Pessoa, la rivista Portugal Futurista e numerosi progetti scenici, balletti, opere liriche e teatrali. Non tutti avranno successo, ma Almada Negreiros se ne occupava alternativamente a tutte le sue altre attività: scenografo e compositore, drammaturgo e coreografo, decoratore e ballerino, sentendosi a proprio agio in mezzo alle gioiose confraternite di artisti. Così divenne amico di Sonia Delaunay, con cui scambiò una corrispondenza esuberante. Queste collaborazioni gli permisero di non scegliere immediatamente tra una carriera artistica ed una carriera letteraria: per molto tempo scrisse quanto e dipinse al tempo stesso. Dove vedere le opere di Almada Negreiros a Lisbona? La fondazione Calouste Gulbenkian La fondazione Gulbenkian Foundation ha una ricca serie di opere di Almada Negreiros nella sua collezione moderna. A proposito, è il suo affresco "Começar" (1969) che accoglie i visitatori al Museo Gulbenkian. Fino al 5 giugno 2017, potrete vedere la mostra "José de Almada Negreiros, un modo di essere moderni". Altro sulla mostra – Fondazione Calouste Gulbenkian La mostra José de Almada Negreiros: un modo di essere moderno, ha luogo nella Fondazione Calouste Gulbenkian, fino al 5 giugno 2017. Presenta un mare di abbozzi e documenti inediti, che riescono a tracciare la prolifica carriera dell'artista. Fondazione Calouste Gulbenkian – Av. de Berna, 45A, Lisbona – Metro Praça de Espanha ou São Sebastião Nel terminale dei porti di Alcântara e Rocha do Conde de Óbidos A questo artista, dobbiamo anche gli affreschi degli azulejos nei terminal portuali di Alcântara e Rocha do Conde de Óbidos. Per raggiungerli: stazione di Alcântara Mar, o autobus 712, fermata Doca di Alcântara. Al four season  Almada Negreiros Bar Finalmente, gli ospiti possono sedere nel lounge bar del Four Seasons Hotel per un drink ed ammirare diversi arazzi Almada Negreiros. Salon-Bar Almada Negreiros – Four Seasons Hotel Ritz Lisbona – Rua Rodrigo da Fonseca, 88, Lisbon 1099-039

Leggi di più
Un artista da scoprire: José de Almada Negreiros

Un artista da scoprire: José de Almada Negreiros