Culture & Arte


Troverai in questa pagina tutti gli articoli del blog HomeTown della sezione Culture & Arte

Culture & Arte

Sintra, una piccola fuga vicino a Lisbona

5 anni fa - Pauline P.

Situato a soli 30 chilometri dalla capitale Portoghese, Sintra merita sicuramente una visita in occasione del soggiorno a Lisbona. Classificato nel 1995 come patrimonio mondiale dell'UNESCO, offre notevoli paesaggi e monumenti, ricevendo il soprannome di "eden glorioso". In un giorno o più, scoprirete questa destinazione imperdibile, con i suoi palazzi che vi stupiranno... Da non perdere Il palazzo nazionale del Sintra Una miscela di architettura medievale, gotica e del romanticismo, la cui costruzione è iniziata nel 14° secolo, il palazzo nazionale del Sintra è stata la roccaforte della famiglia reale fino al 1910, quando la monarchia si è conclusa in Portogallo. Sono soprattutto le magnifiche azulejos - le famose piastrelle in ceramica Portoghesi - che decorano le numerose stanze del palazzo reale che vale la pena vedere. Ci sono azulejos dal 14° al 18° secolo, tra cui autentici azulejos mudéjar, con motivi geometrici moreschi. Un'altra parte da non perdere del palazzo, sono i camini colossali, costruiti nel 14° secolo, per evitare che le cucine venissero invase dal fumo. Sono visibili per miglia e miglia, e si può immaginare la grandezza dei banchetti che hanno avuto sede in questo palazzo! Quinta Da Regaleira La Quinta da Regaleira è una tenuta costruita nel centro storico del Sintra nel 19° secolo. I riferimenti alle alchimie, mitologia, massoneria e templari, sono numerose, sia nella architettura del palazzo e nella progettazione del parco che la circonda. È un dominio suggestivo, sia per la qualità del lavoro di architettura, sia per la simbologia usata. Il palazzo ed i giardini dell’eden sono notevoli per questo motivo. In particolare, si possono scoprire i pozzi dell’iniziazione, profondi meno di 30 metri, che esprime il simbolismo della vita e della morte, il paradiso e l'inferno, e che si attraversa passando tramite diverse fasi (rappresentate dal pavimento). I vari giardini, grotte e laghi che circondano il palazzo, sono misteri su cui i visitatori si interrogano... Vicino all'ingresso del parco di Regaleira c’è il palazzo Seteais, risalente al XVIII secolo, ora trasformato in un hotel. Salite fino al belvedere, da dove potrete vedere il palazzo di Pena (Palácio da Pena), il castello dei Maures (Castelo dos Mouros) e il mare in lontananza... Palazzo di Pena Il palazzo di Pena è così unico che è stato considerato nel 2007 come una delle sette meraviglie del Portogallo. È il primo palazzo in Europa ad essere stato costruito secondo lo stile architettonico del romanticismo, con una architettura stravagante che ha ispirato gli studi Disney per disegnare castelli da favola. Con i suoi colori brillanti e di ispirazione moresca, l'esterno è semplicemente straordinario. I giardini sono anche bucolici e vi consigliamo di salire fino alla croce "cruz alta", da cui la vista è superba, e da dove si può ammirare l'intero palazzo, posto sulla collina. Se avete più tempo Il castello dei Mori Il castello dei Mori è stato costruito nel corso del XIX secolo dai Mori del Maghreb, per controllare la città del Sintra, ma è stato abbandonato dopo la conquista del Portogallo. Alte torri, mura fortificate, mura solide.. la visita si immerge in epoca medievale. Andando verso l’alto, la vista si estende sulle colline della serra del Sintra e le pianure che corrono verso l'Oceano Atlantico. Una vista eccezionale! Palazzo nazionale e giardini Queluz Il palazzo nazionale del Queluz, è stato commissionato da Pedro III, futuro re del Portogallo, e divenne la residenza estiva della famiglia reale dal 1794 al 1807. È ancora considerato un gioiello del patrimonio Portoghese: l'opulenza della sua decorazione, e la partecipazione nella sua costruzione, è stata fatta dai più grandi architetti del tempo, così come il suo sontuoso giardino in stile Francese. Per molti è la Versailles Portoghese. Una delle ali del palazzo, la l’ala Mary, è oggi la residenza dei capi di Stato stranieri in visita in Portogallo. La spiaggia Ursa È una camminata di 30 o 40 minuti (mettete in valigia le scarpe da ginnastica, piuttosto che sandali) per raggiungere la spiaggia Ursa, ma la ricompensa è all'altezza dello sforzo! Una spiaggia molto tranquilla, di sabbia fine, con formazioni rocciose soprannominate Ursa e Giant; da qui il nome della spiaggia, che gli conferisce un fascino particolare... Andare a Sintra Il modo più conveniente per raggiungere Sintra è probabilmente il treno, direttamente dal centro di Lisbona, dalla stazione ferroviaria Rossio. Un treno passa ogni 20 minuti durante il giorno, dalle 7:00-11:00, e il viaggio dura solo 30 minuti. La stazione di Sintra è il capolinea del treno: da qui avete un chilometro e mezzo per raggiungere il centro della città. Un sistema di autobus, linea 434, collega la stazione al centro della città e ai tre palazzi principali. L'autobus passa ogni quaranta minuti, quindi l'attesa può essere un pò lunga... In auto, si può arrivare molto presto, prima dell'apertura di uffici, negozi e palazzi, in modo da trovare un posto auto vicino al palazzo di Pena. In alternativa, potrete usufruire di uno dei parcheggi incustoditi all'aperto, vicino alla stazione; da lì si può prendere il bus 434 di Pena.

Leggi di più
Sintra, una piccola fuga vicino a Lisbona

Sintra, una piccola fuga vicino a Lisbona

Culture & Arte

Fado, musica dell'anima Portoghese

5 anni fa - Pauline P.

Registrata nel patrimonio culturale immateriale dell'umanità dall'UNESCO nel 2011, Fado non è una musica popolare come tante altre, o una di quelle apprezzate solo dagli anziani. Fado, al contrario, è l'anima del popolo Portoghese, un lamento universalmente rispettato nel paese, tanto che i resti della cantante Amalia Rodrigues, conosciuta come la regina del fado, si trovano nel Pantheon Nazionale di Lisbona. Per scoprire un'intera sezione della cultura Portoghese, lasciati travolgere dall'emozione del fado in uno dei bar o ristoranti dove i fadistas (cantanti di fado) si esibiscono ogni sera; è molto facile lasciarsi trasportare dal suo ritmo. Fado, pilastro dell’identità nazionale Questa musica tipica, accompagnata da strumenti a corde, per lo più chitarre, sfrutta i temi ricorrenti dell’amore perso e impossibile, il passato e la morte, il dolore e l'esilio... La parola fado deriva dal latino "Fatum", che significa "destino": il destino delle persone sensibili e nostalgiche, con il loro passato. Le origini della musica fado rimangono poco chiare, anche se si riconosce che è apparso sulle banchine di Lisbona nel 1820: derivano dalle canzoni tradizionali cantate dai marinai Portoghesi, e dalla musica Brasiliana e Africana che risuonava nelle banchine. In precedenza, era cantata nei quartieri popolari, diventando poi più celebre: Maria Severa è stata la prima fadista riconosciuta, nel 1850. Due varianti di Fado che si distinguono: Il Fado Coimbra, in una città universitaria nel centro del paese, viene cantato solo da uomini. Questo è il canto accademico, praticato nelle università, dove i cantanti, vestiti con mantelli neri, si rivolgono agli studenti per invogliarli nello studio. Li, raccontano la città e il fiume Rio Mondego che la attraversa, la vita degli studenti ed i loro amori, usando anche i testi dei grandi poeti Portoghesi. In contrasto con il fado Coimbra, il Fado di Lisbona proviene dai quartieri popolari della città. Di solito racconta piccole storie tipiche della vita di tutti i giorni, e può essere cantato anche dalle donne. Il fado moderno è ora conosciuto oltre i confini Portoghesi ed europei, grazie alla famosa Amalia Rodrigues, nota come la "Regina del Fado", che ha registrato non meno di 170 dischi durante la sua carriera. Attualmente, una nuova generazione di cantanti di Fado è insorta, e sta rendendo questa musica molto popolare. Solo per citarne alcuni; Antonio Zambujo, Ana Moura, Mariza e Cristina Branco. Dove ascoltare il fado a Lisbona? Ecco i posti da non perdere Per un'immersione totale nella cultura Portoghese, entra nella porta di uno dei tanti bar o ristoranti in cui i cantanti di Fado si esibiscono ogni sera: Fado em Si, nel quartiere di Alfama, c'è un istituto da cui sono stati sfornati tutti i grandi nomi del Fado. Buon cibo, da 4 a 5 cantanti professionisti di Fado ogni sera,  ed un servizio di alta qualità per un pubblico attento e rispettoso: la condizione ideale per scoprire la grande tradizione Portoghese di Fado. Arco de Jésus 7, Alfama, 1100-037 Museu do Fado (Museo del Fado), in cui viene visualizzato regolarmente un concerto all'aperto sulla terrazza. Per scoprire tutta la storia del Fado... Largo do Chafariz de Dentro 1 Duetos da Sé, nei pressi della Cattedrale di Lisbona, si tiene un concetto ibrido tra cibo, cultura e musica. Questo posto è riconosciuto per la qualità della sua musica Fado, ma anche per altri stili di musica Portoghese. Dai un'occhiata al programma prima di andarci! Travessa Almargem 1B Senhor Vinho, una delle più leggendarie case del Fado di Lisbona. Aperto nel 1975 dalla famosa cantante di fado Maria da Fé e il marito, questo è diventato un importante luogo culturale della capitale Portoghese. Molti talenti si sono esibiti lì, come Ana Moura e António Zambujo, i più famosi cantanti di Fado del momento. Rua do Meio à Lapa 18

Leggi di più
Fado, musica dell'anima Portoghese

Fado, musica dell'anima Portoghese